Attacco cardiaco - Primo Soccorso

Quando una persona accusa un violento e improvviso dolore al petto, che spesso si estende alla spalla sinistra, al braccio e alla mano, potete pensare che si tratti di un attacco cardiaco.

È di primaria importanza tranquillizzare e confortare la persona. In attesa dell'intervento medico, è necessario che gli sforzi della vittima siano ridotti al minimo.

Se sospettate un attacco cardiaco

  1. Se la vittima è cosciente mettetela in posizione semiseduta, con la testa e le spalle sostenute da cuscini e con un altro cuscino sotto le ginocchia. Allentate gli abiti intorno al collo, al petto e alla vita. Rimanetele accanto e cercate di tranquillizzarla. Non permettete assolutamente alla vittima di muoversi né di compiere il minimo sforzo.
  2. Somministrate soltanto quei medicinali prescritti dal medico qualora la malattia cardiaca si sia già manifestata altre volte.
  3. Se la vittima perde conoscenza, verificate sopratutto la respirazione e rilevate se i battiti del polso sono percettibili. Ponete la vittima in posizione di sicurezza (vedi Stato di incoscienza).
  4. Telefonate con urgenza al medico del paziente oppure, se avete difficoltà, chiamate subito un'ambulanza.
Immagine

Inviaci un tuo Feedback





Inserisci il codice sottostante:



Informazioni sulla Privacy Policy
Immagine