Emorragie - Primo Soccorso

Rappresentano un'emergenza importante nel soccorso di un ferito, in quanto un un tempestivo intervento permette di frenare la perdita di sangue, impedendo l'instaurarsi di gravi conseguenze a carico del sistema cardiocircolatorio.

Cosa fare se un taglio profondo provoca un'emorragia

  1. Stendete l'infortunato per terra e scoprite la ferita, senza perder tempo.
  2. Se nella ferita non vi è un grosso corpo estraneo, tamponate fortemente con un tessuto assorbente pulito o anche con le mani nude. Se possibile, fate in modo che la ferita sia a un livello più alto del cuore, così da ridurre la fuoriuscita di sangue.
  3. Mantenete la pressione per 5-15 minuti. Coprite la ferita con un panno assorbente (per esempio un fazzoletto pulito e ripiegato) e fasciate bene ma non troppo strettamente con una benda o una sciarpa.
  4. Se il sangue imbeve la fasciatura, non sostituitela, ma sovrapponetene una pulita e asciutta.
  5. Chiamate un'ambulanza o portate l'infortunato a un Pronto Soccorso o all'ospedale più vicino.
  6. Se la ferita è larga avvicinate i lembi della ferita delicatamente ma con fermezza e mantenete la pressione per 5-15 minuti. Se possibile, sollevate la parte lesa sopra il livello del cuore. Curate la ferita come indicato sopra (punto 3).

Cosa fare se nella ferita c'è un corpo estraneo

  1. Avvicinate i lembi della ferita attorno al corpo estraneo. Non tentate di toglierlo.
  2. Coprite la ferita con un pezzo di stoffa pulita. Fate un anello con stoffa ben pulita e mettetelo attorno alla ferita, così da ripararla senza premere sul corpo incluso.
  3. Fasciate badando di comprimere il corpo estraneo.

Come trattare un'emorragia arteriosa

  1. Capirete che si tratta di un'emorragia arteriosa vedendo il sangue uscire a zampillo e in modo ritmico, sincrono con le pulsazioni del cuore. Questo tipo di emorragia va tamponato con le manovre indicate qui di seguito.
  2. All'avambraccio e alla mano
    Premete con le dita tra i muscoli della parte interna del braccio, circa a metà: in tal modo comprimerete l'arteria omerale contro l'osso. (*)
  3. Al braccio
    Se la ferita si trova in prossimità della spalla, premete con le dita nell'incavo della clavicola, al centro. Questa manovra serve a comprimere l'arteria succlavia. (*)
  4. Alla gamba e al piede
    Stendete a terra l'infortunato e fategli piegare leggermente la gamba. Premete con le dite di entrambe le mani nell'incavo del ginocchio. Così facendo comprimerete l'arteria poplitea. (*)
  5. Alla coscia
    Fate stendere a terra l'infortunato e premete con i due pollici, uno sull'altro, sulla parte più interna della radice della coscia, nella piega dell'inguine, dove è facilmente apprezzabile il battito dell'arteria. Questa manovra serve a comprimere l'arteria femorale.
  6. Nel frattempo, chiedete a qualcuno dei presenti di chiamare urgentemente un'ambulanza.

Importante: nei casi contrassegnati con "(*)" non mantenete la pressione in modo continuato oltre i 30 minuti: potreste causare danni irreparabili all'arto.

Cosa fare in caso di Emorragia al naso o all'orecchio

  1. Questo può indicare una grave lesione alla testa. Mettete l'infortunato in posizione semiseduta, con la testa inclinato verso il lato ferito, in modo che il sangue possa scorrere.
  2. Coprite la zona colpita da emorragia con un panno, senza però esercitare pressione.
  3. Chiamate un'ambulanza.
  4. Se la vittima perde conoscenza, mettetela nella posizione di sicurezza (vedi Stato di incoscienza).
Immagine

Inviaci un tuo Feedback





Inserisci il codice sottostante:



Informazioni sulla Privacy Policy
Immagine